Fino al 15/02, usa il codice adv15 per ottenere lo sconto del 15% sui corsi VINE PRUNER Advanced.

Home Forums SCIENCE Potatura della Vite : Alcuni principi.

  • Potatura della Vite : Alcuni principi.

     TEAM VMP ACADEMY updated 1 year, 2 months ago 1 Member · 2 Posts
  • TEAM VMP ACADEMY

    Moderator
    26 Novembre 2021 at 18:05

    La potatura permette la gestione della resa per pianta (o per m2) controllando il carico di gemme ibernanti (cioè le gemme invernali che portano i primordi delle infiorescenze)

    Durante la potatura, devono essere considerati alcuni principi di base in modo che questa risulti sostenibile per la pianta :

    1. Rispettare i flussi linfatici (xilema e floema) posizionando le ferite di potatura, quando possibile, sullo stesso fianco delle braccia o dei punti vegetativi (cordone speronato). Per i punti vegetativi su cordone speronato, è possibile alternare i tagli in modo da permetterne una crescita verticale(figura 1).

    2. Per il taglio a Guyot evitare di creare teste di salice (figura 2).

    3. Per evitare di creare zone morte (concentrazione di coni di disseccamento) negli organi perenni (tronco, braccia,punti vegetativi) non tagliare i tralci troppo vicino al legno, ma rispettare le gemme di corona.

    4. In ogni modo, in legno di età superiore ad 1 anno, avere cura di mantenere una porzione di legno di rispetto durante la potatura (di lunghezza almeno pari almeno 1,2 o 2 volte il diametro dell’organo potato).

    5. La conseguenza può essere lo sviluppo di gemme di corona che richiederà del lavoro aggiuntivo durante le operazioni di pulitura/rimozione dei germogli partenti in primavera.

    6. In generale gli obbiettivi sono :

    I) evitare l’accumulo di tessuti necrotici o di legno morto durante gli anni.

    II) mantenere un sistema vascolare (xilema-floema) efficiente.

    7. Nella creazione di uno sperone a 2 gemme franche è raccomandabile tagliare subito sotto alla terza gemma franca, in modo da lasciare una porzione di internodo lunga abbastanza per evitare la necrosi del tessuto in prossimità della gemma sotto al taglio (figura 6)

    Questi obbiettivi possono aiutare a:

    a) Ottenere un germogliamento ed una crescita primaria dei germogli più omogenea e dunque vigneti più omogenei.

    b) Ottenere un migliore microclima nella zona grappoli (in funzione dell’espressione vegetativa e della vigoria delle piante)

    c) Evitare malattie del legno (Esca, Botryosphaeria…) che è uno degli obbiettivi della potatura “gentile” e del taglio non
    mutilante.

    A. Deloire

  • TEAM VMP ACADEMY

    Moderator
    26 Novembre 2021 at 18:06

    Di più sull’argomento su:

    Faúndez-López P., Gutiérrez-Gamboa G., Moreno-Simunovic Y., (2021). The role of diaphragm as a natural resistance to the necrosis produced by pruning cuts, IVES Technical review, DOI: https://doi.org/10.20870/IVES-TR.2021.4817

    Lecomte P., Diarra B., Boisseau M., Weingartner S., Rey P., (2021). Preventing ESCA in Vitis vinifera by proscribing vine training systems or mutilating pruning methods, IVES Technical Reviews, DOI: https://ives-technicalreviews.eu/article/view/4734

    Simonit M., (2015). Guide de la taille Guyot, Editions France Agricole.

    Simonit M., (2018). Guide le la taille Cordon, Editions France Agricole.

    Sicavac, (2015). Manuel
    des pratiques viticoles contre les maladies du bois, BIVC, Sicavac
    Centre-Loire, Imprimerie Paquereau, ISBN 978-2-37006-000-6.

Log in to reply.

Original Post
0 di 0 posts June 2018
Now